Follow by Email

martedì 20 marzo 2018

Nawruz 1397- Capodanno persiano 2018


... occiriente celebra la primavera ed il Nawruz con i versi del grande poeta Moḥammad Ḥāfeẓ-e Shīrāzī ( 1315-1390)

dal Canzoniere - gazal CXV

"1. Pianta l'albero dell'amicizia il cui frutto è la speme del cuore, e svella il germoglio dell'inimicizia, portatore di molti affanni.

2. Come ospite delle rovine, onora i libertini, mio caro, perché la cefalea t'affliggerà,  se della sbronza dureranno i postumi.

3. Fa' tesoro della notte conviviale, ché dopo il viver nostro molti giri compirà la celeste
    sfera e giorni e notti innumeri addurrà,

4. O Dio, induci il portantino di Leilà, che governa la culla della luna, a passare accanto
    a Majnun.

5. Ricerca, o cuore, la primavera della vita, perché il prato porterà ogni anno cento fiori
    come la giunchiglia e mille consimili dell'usignolo,

6. In nome di Dio, visto che il mio cuore esulcerato s'è accordato con la tua ciocca,
    ordina al tuo dolce rubino di acquietarlo.

7. In questo giardino, Hāfez, da vecchio, ormai ciò chiede a Dio: 
    sedere sulla proda di un ruscello, tenendosi accanto un cipresso."

***
Il poeta in questo gazal si è lasciato liricamente ispirare dall'ineluttabilità dello scorrere del tempo.

Marika Guerrini
  

1 commento:

  1. Spring and all its flowers
    now joyously break their vow of silence.
    It is time for celebration, not for lying low;
    You too -- weed out those roots of sadness from your heart.

    The Sabaa wind arrives;
    and in deep resonance, the flower
    passionately rips open its garments,
    thrusting itself from itself.

    The Way of Truth, learn from the clarity of water,
    Learn freedom from the spreading grass.

    Pay close attention to the artistry of the Sabaa wind,
    that wafts in pollen from afar,
    And ripples the beautiful tresses
    of the fields of hyacinth flowers.

    From the privacy of the harem, the virgin bud slips out,
    revealing herself under the morning star,
    branding your heart and your faith
    with beauty.

    And frenzied bulbul flies madly out of the House of Sadness
    to unite with the flowers;
    its love-crazed cry like a thousand-trumpet blast.

    Hafez says, and the experienced old ones concur:

    All you really need
    is to tell those Stories
    of the Fair Ones and the Goblet of Wine

    RispondiElimina