Follow by Email

domenica 17 settembre 2017

vaccini

bambino afghano
... fino ad ora mi sono volutamente tenuta fuori dalla questione vaccini, i motivi sono vari, non ultimo il personale convincimento che dietro tutto questo ci sia, da parte del Governo Italiano, che sappiamo illegittimo quindi non atto a promulgare Leggi tranne quella per  indire elezioni, anche una manovra a distogliere l'attenzione da altro, non ultima la propria illegittimità. Ma dietro al tenermi fuori c'è anche il personale rifiuto per le etichette ( No Vax etc.) per le manifestazioni di piazza, se pur legittime, per gli assembramenti in genere dove si è sempre in troppi a parlare e gli animi si scaldano senza ritegno. Diciamo che è questione di forma che può però incidere anche sulla sostanza depotenziandone l'integrità. Ma le richieste di opinione circa i vaccini che, quotidiane, da mesi mi giungono, hanno reso inevitabile un accenno, sfiorerò quindi il controverso argomento sulla base di un'esperienza sommatasi in oltre quarant'anni di studio e ricerca sull'essere umano, infanzia e adolescenza in primis. Studio volto all'osservazione, alla spiegazione dei perché di tutte le manifestazioni, le problematiche, le caratteristiche fisiche, psichiche ed oltre, dell'essere umano  nelle sue fasi evolutive, vale a dire infanzia, adolescenza e primissima giovinezza. Fasi che hanno costituito il nucleo fondante della mia ricerca in questo campo anche attraverso la medicina, facendo, con umiltà e consapevolezza della propria ignoranza, riferimento e tesoro della preparazione di medici, studiosi e ricercatori a loro volta, scevri da qualsivoglia devianza di tipo opportunistico, ligi al giuramento di Ippocrate, ad una grande e consolidata preparazione scientifica mai disgiunta dall'etica, dall'onestà, dai principi e dai valori base della propria missione nei confronti dell'umanità.  Ciò detto, affacciamoci per qualche riga nello specifico delle malattie esantematiche dell'infanzia, ovvero patologie che producono esantemi, volgarmente detti eruzioni cutanee, tra cui morbillo, varicella, rosolia, scarlattina, quarta malattia, quinta e sesta, nonché, senza esantema, la parotite e la pertosse. Tutte malattie, alcune virali altre batteriche, che, sappiamo, un tempo venivano chiamate "della crescita", e non a caso, perché sono manifestazioni dell'individuo, ogni singolo individuo, che oltre a purificare il corpo anche da gran parte delle eredità patologiche sia fisiche che caratteriali, accompagnano la crescita del livello di coscienza, e qui entriamo in un campo che, in parte, potrebbe riguardare la Psicologia Evolutiva se questa scienza riuscisse a fare un salto di qualità. Queste malattie dell'evoluzione, quando si presentano in pazienti non affetti da precedenti patologie, siano esse endemiche, croniche o transitorie, d'altro tipo, richiedono innanzi tutto rispetto del decorso in ogni sua fase, quindi accortezza, pazienza e degenza di una decina di giorni, dopo di che l'elemento patogeno è innocuo, il paziente non è più infetto, quindi trasmissione eccetera. Ma quale madre ora possiede la volontà e/o la possibilità di seguire questo iter per il proprio figlio? Credo si possano contare in breve tempo. E allora i Vaccini. Non solo i vaccini inutili quali quelli per le esantematiche, per l'influenza, per l'epatite B etc., e neppure inoculati singolarmente e in tempi diversi, ma  tutti i loro agenti patogeni, ché questo sono i vaccini, inoculati contemporaneamente in esseri umani anche neonati e comunque in età prescolare, quindi pochi mesi o anni di vita. Il fatto è che questi agenti patogeni non tengono conto dell'età, e i bambini in tenera età non hanno ancora sviluppato il sistema immunitario, quindi sono particolarmente indifesi, per cui c'è un'altissima possibilità di rischio anche, in alcuni casi, mortale, per non parlare dell'altissimo rischio neurologico con sviluppo posteriore anche tardo, spesso nel passaggio dalla pubertà all'adolescenza, come la sindrome di Kanner conosciuta come Autismo, in molti casi legata ad un disturbo di degenerazione temperamentale. Ma qui l'argomento si fa ancor più complesso e non è questa esigua pagina il suo luogo, lascio quindi spazio alla medicina, quella onesta, non quella di cui ci si serve nei corridoi governativi, bensì quella del dottor Franco Verzella che non conosco, ma che ho apprezzato in un video in cui ha sintetizzato in maniera ineccepibile le motivazioni scientifiche circa questa follia di obbligatorietà vaccinale che lede persino la libertà di scelta individuale, adducendo menzogne su contagi e similari. Prima però, per quell'internazionalità di cui non so fare a meno, voglio riportare le parole di un Capo di Stato che, con pensieri corretti e lungimiranti si è espresso sull'argomento senza mezzi termini: Vladimir Putin, eccole:
"Quando vedrete che i vostri figli sono a malapena umani, (che sono) psicologicamente alterati, quando vedrete che le loro cellule nervose non riescono a connettersi, sinapsi, ed i loro processi di sviluppo neurologico sono offuscati fino al punto da ridurli ad esseri sub-umani con grugniti ripetitivi e sguardi vuoti, cosa farete allora?"
Ora buona visione del video " Il Grande Inganno" del dottor Verzella, a seguire.
Marika Guerrini

immagine: scatto di Barat Alì Batoor -collezione privata 
IL Grande Inganno - Home | Facebook