Follow by Email

giovedì 24 maggio 2012

un mondo capovolto

... qualcosa suggerisce che il buzkashi da tavolo giocato a Camp David e Chicago, abbia, evidenziato l'ipocrisia statunitense, reso eclatante la retorica d'una menzogna che da tempo, troppo, infanga l'umanità. Ora proveremo a scorrere sette suoi punti..
Punto primo:
 Camp David, a detta del segretario Nato generale Rasmussen nonché di Obama a Chicago, l'International Security Assistance Force, ovvero ISAF, entro la metà del 2013 passerà la consegna alle forze afghane, vale a dire cesserà i combattimenti e, entro il 2014, l'intero contingente lascerà l'Afghanistan. 
Punto secondo
sempre a detta di Rasmussen le truppe afghane devono essere ancora addestrate. 
Punto terzo:
secondo l'accordo sulla partnership tra Obama e Karzai, i soldati Usa che resteranno nelle basi Usa, potranno essere impiegati in combattimento anche a prescindere dal volere di Kabul, ma secondo decisione Usa:
Punto quarto
a detta di John Allen, generale in campo, le parole di Obama  a Chicago, di conseguenza quelle di Rasmussen, sono solo retorica, non sarà possibile rispettare il Calendario della Casa Bianca sul disimpegno in Afghanistan.
Punto quinto
Obama dichiara il ripreso dialogo con il Pakistan assicurando una distensione in atto. Ma la voce messa in giro, c'è cascato anche occiriente, circa il Pakistan che apre le frontiere ai convogli Nato e libera la rotta per la futura uscita strategica, destinazione Karachi, è stata smentita. Questione di soldi o pretesto opportuno data la sproporzione di pedaggio per il transito di ogni convoglio,  che è salito da 250 dollari a 5000.
Punto sesto:
per una maggiore "protezione" da parte della Nato, un nuovo sistema di controllo satellitare AGS ( Alliance Ground Surveillance) darà la possibilità di controllo terrestre su vastissime aree con qualsiasi agente atmosferico. Hanno aderito tredici paesi alleati tra cui l'Italia, base militare di Sigonella. Operativo tra il 2015-'017
Punto settimo:
sempre per la "protezione" da parte Nato contro i "nemici", Iran innanzi tutto, uno scudo missilistico sarà installato anche nell'Europa dell'Est. Operativo entro il 2018. La Russia e non solo, sotto controllo. Motivo dell'assenza di Putin al vertice..   
Occiriente aggiunge:
Pakistan nord occidentale, provincia del Waziristan, due droni statunitensi colpiscono una casa di fango e paglia: 5 morti e molti feriti anche gravi. Ieri, 23 maggio, neppure il tempo d'un respiro dalle menzogne di Chicago. Dicono vi abitassero dei ribelli. Dicono.
 E aggiunge:
le forze militari e di polizia civile afghane vengono addestrati dalle truppe di occupazione, che altro non sono, dal 2002. Evidentemente è un addestramento per combattimenti sulla Luna.
E aggiunge: 
poiché ci sarà bisogno di molto denaro per "garantire la sicurezza" in Afghanistan dopo il 2014, serviranno 4,1 miliardi di dollari l'anno. Washington provvederà alla metà, Kabul  a 500 milioni di dollari,  Roma a 120 milioni di dollari, il resto gli altri alleati. Il fatto è che Kabul non ce li ha, gli altri alleati non si sa chi siano visto che in molti molleranno la presa prima della data prevista. E, nel suo  iniquo gioco di banche e nefaste alleanze, Roma?
E aggiunge:
durante il vertice di Chicago, la polizia ha effettuato 45 arresti, numero pervenuto dunque permesso, tra i dimostranti che affollavano le vie. Inoltre, perché la paura crescesse, l'FBI ha architettato un presunto attentato quindi ha accusato e arrestato 5 ragazzi.
Tutto legale. Negli Usa, il 2011 ha visto il rinnovo del "Patriot Act". Una legge per la "National Security" che sancisce la legalità di spionaggio sull'intera popolazione, nonché di accuse, arresti, torture e persino uccisioni di cittadini statunitensi allorché sospettati di pericolo per la sicurezza nazionale, appunto. Questo il modello di Democrazia da esportazione. Liberté Egalitè Fraternité di un mondo capovolto che capovolge.
Marika Guerrini.  
foto dal web
  


Nessun commento:

Posta un commento