Follow by Email

sabato 28 maggio 2011

Arturo Onofri - da Vincere il Drago!

 La melodia di nuvole sospese
nell'azzurra dolcezza del mattino
richiama dal mio sonno, ancora illese,
forme di sogni che sognai bambino.

Energie d'oro, che il mio sangue apprese
in densità di muscoli, e perfino
d'ossa adulte, disciolgono palese
la visibilità del mio destino.

Errori antichi oppongono alle nubi, 
sollevate di musica il fio denso
dei sali sotterrati in prismi e in cubi.

La sola volontà di sollevarsi
al verbo delle altezze, offre un compenso
di suoni infanti agli atti adulti scarsi. 

Nessun commento:

Posta un commento