Follow by Email

domenica 9 settembre 2012

oggi ode a Massoud

oggi, 9 di settembre del 2012

"...Ghazal gofti-o dorr softi,
biya-o khosh be-khwan, Hafez!
Keb har  nazm-é to afshand, Falak,
'aqd-é Sorayya-ra!
in traduzione
"...canti il tuo ghazal, spezzi le perle. 
vieni e recita lieto, Hafez!
Che sul tuo poema, il cielo sparge 
il vezzo infranto delle Pleiadi"
                                                                                     
                                                                    Hàféz (1320 circa-1389)


... parte finale di una delle odi  tenute a memoria da A.S.Massoud. Versi di Hàféz, maestro del lirismo persiano. Maestro a cui avrebbero attinto, tra gli altri, poeti d'occidente quali Goethe e Ruckert. Maestro consacrato "Lingua dell'Invisibile" dalla tradizione d'oriente e d'occidente per la facoltà di rendere visibili immagini sottili, come frammenti del Divino che entrano nell'umano. Sublime facoltà. Maestro di cui è costume aprire a caso le pagine alla ricerca dell'oracolo. Maestro che l'amer-sahib Massoud amava particolarmente. Al cui proposito, parlando di poesia con un amico: quando ho tempo leggo Hafez perché i suoi ghazal sono i miei canti. Confidòabbandonando il suo abituale riserbo. Era un giorno di cinque mesi prima di quel 9 di settembre del 2001 Correva la primavera  L'ultima per l'amer-sahib. 
Marika Guerrini
p.s.
per saperne di più senza equivoci :
http://occiriente.blogspot.it/2011/10/risposta.html

Nessun commento:

Posta un commento